Colpo apoplettico/ictus: fatti e cifre

  • Il colpo apoplettico è al terzo posto tra le cause di morte, dopo le cardiopatie coronariche e le patologie tumorali.
  • È la causa principale di disabilità nelle persone in età adulta.
  • In Svizzera, ogni anno all'incirca 16'000 persone subiscono un colpo apoplettico/ictus.
  • Un quarto delle persone colpite da un ictus muore entro poco tempo. Un terzo di coloro che sopravvivono, riacquista la sua autonomia senza danni postumi della malattia. Un altro terzo riacquista una parziale autonomia nelle attività quotidiane. Purtroppo un terzo di chi sopravvive a un ictus necessita di assistenza permanente.
  • Nel corso della sua vita, una persona su sei è colpita da ictus. L'invecchiamento della popolazione è una delle cause principali che tende a far aumentare i casi di colpo apoplettico. Nel contempo, la sensibilizzazione e il miglioramento dell'assistenza medica contribuiscono a rallentarne l'aumento.
  • Circa tre quarti delle persone oltre 65 anni, possono essere colpite da ictus. Il rischio che un colpo apoplettico colpisca le persone di 75 anni, è tre volte superiore rispetto alle persone di 65 anni. 
  • Un quarto degli interessati è ancora in età lavorativa.
  • Un paziente su cinque che ha subito un colpo apoplettico avava già percepito in precedenza i sintomi, in molti casi di corta durata, spesso impercettibili. In questi casi si tratta di deficit neurologici transitori causati dall'insufficiente circolazione del sangue in alcune parti del cervello. 

Diventare membro

Consulenza

  • Tel.: 091 880 00 00

Donazione online

Newsletter (francese, tedesco)

Facebook